Che cos’è l’abbigliamento da lavoro

abbigliamento da lavoro


Il detto “l’abito non fa il monaco” è corretto nella maggior parte dei casi, ma quando si tratta di lavoro normalmente è richiesto un determinato abbigliamento, soprattutto se ci si trova in un ambiente industriale, sanitario o culinario. Ma non solo in questi campi è richiesto un certo tipo di abbigliamento per il lavoro, ultimamente infatti si sta diffondendo anche in altri settori, come ad esempio i commessi dei negozi delle città più importanti. Ovviamente non si tratta di una divisa, ma il fatto di portare un abito di un certo tipo dà quel tocco di professionalità in più che non guasta mai. Basti pensare a chi lavora in una fabbrica per alimenti, dove sono categoricamente richiesti camice, mascherina, cuffietta per i capelli e guanti. Oppure a chi lavora in un ospedale, dove l’abbigliamento deve essere molto rigoroso per evitare il diffondersi di germi.

Ovviamente l’abbigliamento per il lavoro è riservato strettamente all’ambiente in cui si lavora, per tanto va indossato solo sul posto di lavoro, ed inoltre è preferibile evitare di indossare i vari anelli, gioielli, orologi o comunque qualsiasi cosa possa essere d’intralcio allo svolgimento corretto del proprio lavoro. Di conseguenza l’abito deve essere sempre pulito e ben indossato, come se fossero i vestiti che si indossano tutti i giorni. Difatti come noi imponiamo a noi stessi la pulizia e l’ordine quotidiano, essi devono essere trasportato sull’ambiente lavorativo, in quanto sono fattori che andranno a determinare la nostra immagine e quello della struttura all’interno della quale si lavora. Inoltre gli abiti da lavoro sono, in alcuni casi, fondamentali al fine di evitare incidenti o per prevenirli, come nei cantieri dove il rischio è sempre dietro l’angolo. Dove più che un abbigliamento sono necessari degli accessori, come i caschi gialli che si utilizzano sulle impalcature o i guanti monouso o le mascherine anti polvere.