Tipologie di caldaie: a camera aperta e a camera stagna

caldaia

Le caldaie sono un impianto di riscaldamento utilizzato praticamente in ogni casa. Esse svolgono il compito di trasformare in calore, l’energia emanata da un determinato combustibile come ad esempio il gas o il metano. Dopo questa prima fase, il calore attraversa dei radiatori o dei tubi, per poi venire distribuito sotto forma di acqua o aria calda. Sebbene stiano in fase di studio nuove tecnologie, vediamo queste che sono le classiche modalità di funzionamento di questo tipo di elettrodomestici.

Camere di combustione delle caldaie

Tutto questo avviene dentro una “camera” chiamata camera di combustione, dove vengono miscelate aria e gas che danno vita alla fiamma che andrà poi a determinare la fonte di calore necessaria al processo di riscaldamento.

Di norma vengono distinte  due tipologie di caldaia: le caldaie a camera aperta e le caldaie a camera stagna.

Che differenza c’è tra camera aperta e stagna?

Principalmente le due tipologie di caldaie si differenziano nel modo di prelevare l’aria comburente; infatti le caldaie a camera stagna prelevano l’aria dall’esterno, mentre le caldaie a camera aperta prelevano l’aria dirattamente dal luogo in cui sono installate.

Questo significa che le caldaie a camera stagna possono essere benissimo installate all’interno di piccoli locali, come ad esempio la cucina di casa; mentre le caldaie a camera aperta hanno bisogno di una canna fumaria per scaricare all’esterno i fumi prodotti dalla combustione è il caso ad esempio degli uffici o di attività commerciali di un certo tipo; inoltre necessitano di una costante ventilazione per far si che non restino residui di monossido di carbonio che possono essere nocivi alla salute di chi abita nell’edificio. In questi casi bisognerà anche fare particolari richieste al condominio o a strutture terze per l’installazione nei cosiddetti spazi comuni.

Il tiraggio: cosa significa?

Un’altra differenza tra questi due tipi di caldaie sta nel tiraggio. Infatti le caldaie a camera stagna utilizzano un tiraggio forzato, mentre le caldaie a camera aperta utilizzano un tiraggio di tipo naturale.

Ciò significa che le caldaie a camera stagna utilizzano un doppio tubo che permetterà la fuoriuscita di fumi di scarico; questo avverrà tramite un sistema di ventilazione che si trova all’interno del circuito di combustione. Per quanto riguarda le caldaie a camera aperta effettuano il tiraggio tramite un’apertura frontale e, attraverso il condotto fumario, scaricano all’esterno i fumi di scarico della combustione.

Verifica dei costi

Un’altra differenza è legata ai costi, infatti l’installazione di una caldaia a camera stagna vi verrà a costare di più di una caldaia a camera aperta. L’installazione di queste caldaie possono essere effettuate da una ditta di assistenza caldaie in Roma.