Madagascar, la pesca in tutte le sue forme

madagascar

L’etnologia della Grande Isola comporta ancora una grande parte di misterio. Ufficialmente, Madagascar ne ha diciotto. Per alcuni ricercattori, ce ne sarebbero ancora di piu’. Fra queste etnie, parecchie persone approfitano della manna che rappresenta il mare ed altre aree aquatiche del paese.

Fort Dauphin è una località che si trova nel punto sud dell’isola. Per arrivare li’, prevedete un viaggio di alcuni giorni su strada, questo vi permetterà di apprezzare la diversità dei paesaggi impressionanti. Una volta che siete li’, prendete piacere sulla freschezza del luogo, che, era un volta il punto di riferimento dei pirati. Sarete accolti dal soriso degli Antanosy, un popolo di pescattori esenzialmente, ma che si diferenza anche con altre attività come l’ellevamento e la risicoltura (bisogna avere del riso per accompagnare i frutti di mare). Un’occhiata su viaggio-madagascar è un’occasione di saperne di piu’ sul quotidiano di questo popolo pescatore.

I Vezo, un popolo che lavora solo nel mare
Se c’è un popolo malgascio che vive in simbiosi con il mare, è l’etnia Vezo. Li incontrerete nelle regioni tra Tulear e Morombe, lungo la costa. Sul mare turchese, spesso tranquillo a causa della barriera corallina, caderete sotto l’incanto delle piroghe a bilanciere, che sembrano cosi’ fragili, ma a bordo delle quali i pescattori Vezo imbarcano. Sarete impressionati dal loro modo di confezione di filetto. Nella loro versione originale, sono fatti in fibre di baobab, agrementate di alcune conchiglie che sostituiscono la zavvora. Se non pescano al filetto, i Vezo hanno solo bisogno di picche e di un arpione per cacciare quello che vanno a cenare.

Compartire il quotidiano di un pescattore.
La vostra avventura in terre malgascie è un’occasione di scoprire di piu’ su questo popolo. Durante un soggiorno sulla costa est, ad esempio, potete alloggiare dagli abitanti e partire per una pesca in apnea con i paesani di queste minoscole località che bordano il mare. Se il vostro stato di salute lo permette, scendete con loro a sette metri di profondità e coglierete delle aragoste, oursini e perroquet de mérous.