Regole per usare le tecniche SEO a proprio vantaggio

Per aumentare la propria reputazione su Internet e raggiungere un pubblico vasto e variegato per il proprio business e attività è necessario pianificare una strategia di web marketing accurata. Questa strategia deve partire da uno sviluppo ottimizzato del sito web e arrivare fino alla sua promozione sul web. Per ottenere visibilità, infatti, è necessario che il proprio sito sia raggiungibile e cercabile dagli utenti della rete tramite i motori di ricerca come Google, e quindi ne rispetti i requisiti. Google utilizza sistemi sofisticati per raccogliere informazioni sui siti e per proporli agli utenti ogni volta che compiono una ricerca nelle pagine di risposta. L'elenco dei risultati di ricerca non è casuale, ma ordinato in base a dei valori quantificati dai motori di ricerca sull'affidabilità, l'autorevolezza e la qualità del sito in correlazione all'ambito che stiamo ricercando. Trovarsi alla prima posizione su Google, quindi, non è un colpo di fortuna: è una combinazione di fattori che fa decidere a Google che quello è il sito migliore per le nostre necessità. I fattori conteggiati da Google sono molti, e vanno dalla qualità dei testi all'ampiezza della rete di link in ingresso. Le strategie per influenzare questi fattori e massimizzarne l'efficienza, così da incrementare il proprio posizionamento su Google, sono chiamate tecniche SEO, sigla inglese che indica l'ottimizzazione per i motori di ricerca. Le tecniche SEO comprendono vari campi e metodologie, e richiedono particolare attenzione per raggiungere l'obbiettivo. Infatti, solo realizzandole nella maniera corretta incrementeranno la reputazione del sito e di conseguenza il suo posizionamento nelle pagine di ricerca, altrimenti invece potrebbero comportare dei rischi. Vediamo come funzionano le tecniche SEO e quali sono le tre principali regole da rispettare per applicarle in un modo sicuro ed efficiente che porti i massimi risultati.

Le tecniche SEO spaziano sia dalla progettazione del codice del sito, sia alla sua promozione online con la diffusione di link. L'ottimizzazione di un sito web si muove su due piani paralleli in contemporanea: uno diretto, gestibile personalmente dal proprietario del sito e dai suoi collaboratori, ovvero quello dell'ottimizzazione delle performance del sito stesso; l'altro indiretto, esterno, ovvero il flusso di visitatori in ingresso al sito e la conseguente stima che Google ha di questo, che quindi è influenzabile solo con un accurato controllo dei link di ritorno (backlink). Le tecniche SEO permettono di massimizzare l'appeal del sito su entrambi i fronti. Partendo dallo sviluppo del sito con tecniche SEO, è necessario realizzare un'architettura dell'informazione che sia efficace, chiara e produttiva, crea re un'interfaccia intuitiva e funzionale, rendere il testo facilmente fruibile per gli utenti tramite le appropriate impaginazioni e formattazioni. Al contempo, è importante occuparsi del flusso di visitatori, e per farlo una volta che il sito è ultimato sarà necessario farlo conoscere, promuovendolo su portali di settore e su siti web che trattano tematiche affini tramite la scrittura di articoli redazionali, Guest Post, e tutte le altre pratiche di Link Building (costruzione di link) che possono rafforzare la rete di connessioni al sito. Curando entrambe queste facce della stessa medaglia si potrà creare un sito che rispetti gli standard di qualità di Google, e accrescere la sua reputazione e autorevolezza grazie alle menzioni su altri siti, in moda da raddoppiare il valore conteggiato da Google per le sue liste dei risultati di ricerca e svettare in prima posizione.

Le regole essenziali da tenere a mente durante la realizzazione di un sito web con tecniche SEO sono tre. La principale è il rispetto della qualità: il sito deve essere informativo, utile per l'utente, deve migliorare l'esperienza di navigazione e fornire contenuti rilevanti per il tema trattato. La seconda regola è non abusare delle tecniche SEO, ma utilizzarle con moderazione. A causa di molti usi illeciti per manipolare i suoi algoritmi di ricerca senza sforzi, infatti, Google è stato costretto a stringere i controlli sulle tecniche SEO, penalizzando i siti che non rispettano la sua politica di qualità. Quindi si consiglia di evitare di infarcire i testi di keyword, ma piazzarle in maniera naturale e strategica, e organizzare il pezzo di conseguenza. La terza e ultima regola è non fare pubblicità indesiderata: quando si promuove il proprio sito, si de ve cercare di inserire link e Guest Post in siti esterni popolari e affidabili, che trattano tematiche affini, e non semplicemente fare spam e copia-incolla di articoli pubblicitari senza una logica SEO dietro.