Tinteggiare casa: fai da te o impresa edile? Bonus fiscali per ristrutturare casa: ecco quali sono

telone

Ristrutturare casa: tutte le informazioni utili in merito alla possibilità di rendere il proprio appartamento un ambiente del tutto nuovo, grazie alle possibilità di miglioramento della struttura e del luogo. Quali sono i bonus fiscali in merito?

Al giorno d’oggi, senza ombra di dubbio, sfortunatamente la forte crisi economica che ha colpito il mondo intero ha paralizzato numerosi settori, non ultimo chiaramente quello immobiliare. Molte persone, in questo senso, spaventate dalla prospettiva di mantenere un mutuo per diversi decenni, o comunque impossibilitate a disporre di significative cifre di denaro, hanno rinunciato ad acquistare una propria abitazione. Un circolo vizioso che non ha trovato una soluzione effettiva, benché i bonus fiscali, in questo senso, siano riusciti ad accorrere in aiuto.

Per cercare di rilanciare il settore della edilizia, e per occorrere in aiuto alle stesse imprese edili disseminate sul territori italiano nelle maggiori città come a Milano, realtà edili a Torino, Roma, Napoli etc.. infatti, sono nati dei bonus prima casa appositamente per aiutare la gente ad acquistare una propria abitazione. E, benché l’ edilizia non sia rifiorita del tutto, come d’altronde sostiene il senatore Franco Mirabelli, è indubbio che negli ultimissimi tempi diversi individui abbiano deciso di fruire di queste agevolazioni, salvando almeno in parte il mercato immobiliare.
Va detto, tuttavia, che per godere dei bonus fiscali è necessario soddisfare alcuni requisiti fondamentali. E che quindi non è in alcun modo possibile che una persona senza questi requisiti – che vi presentiamo di seguito – possa ricevere le stesse agevolazioni da parte del settore.

Requisiti per l’ottenimento del bonus fiscale: ecco quali sono e cosa bisogna rispettare

Ma quali sono i requisiti che è necessario essere in grado di rispettare per avere queste opportunità?
Prima di tutto, l’individuo che effettua l’acquisto della casa, deve dimostrare di non possedere, in tutto il territorio nazionale, un altro immobile acquistato in precedenza sfruttando le agevolazioni. O, se lo possiede, deve venderlo entro e non oltre un anno dalla richiesta di acquisto di una nuova casa che possa prevedere l’ottenimento delle agevolazioni fiscali.
Secondo requisito considerato indispensabile per la propria ristrutturazione della casa o dell’immobile è quello che prevede che il compratore non debba essere in alcun modo proprietario di un altro immobile nello stesso comune in cui desidera effettuare l’acquisto della nuova casa. Altro requisito fondamentale, in questo senso, è che si possegga la residenza all’interno di questo comune, o comunque si prenda l’impegno di spostarla all’interno di esso entro e non oltre 18 mesi dalla data di acquisto.
Infine, per fruire dei bonus fiscali che regolano le ristrutturazioni, è necessario che l’immobile in questione non sia considerato di lusso. E, per soddisfare tale requisito, è fondamentale che l’immobile non superi una grandezza di 240 metri quadri. Questi requisiti sono molto importanti perché consentono di ottenere delle agevolazioni sulla rimessa in funzione delle strutture e delle case acquistate.

Tinteggiatura della casa

Molto spesso, quando si vive per lungo tempo in una casa, può essere necessario effettuare piccole modifiche all’abitazione, che possono essere sia strutturali che semplicemente estetiche.

La scelta della trasformazione dei mobili, oppure dell’acquisto di nuove tende, o ancora la scelta di ritinteggiare le pareti, è sicuramente una scelta estetica che deve fare sempre riferimento ai gusti ed alle esigenze della persona che vive in quella casa, ed è auspicabile dare un tocco di novità alle mura delle nostre abitazioni non solo in fase di ristrutturazioni di imprese di edilizia a Torino, Roma o a Milano, o nella città in cui abitate, ma anche ogni tot di anni per abbellire l’ambiente.

Molti ritengono che per ridipingere le pareti di una abitazione sia necessario l’aiuto di un esperto: questo è in parte vero, perché solo un esperto nel settore può fornire i giusti consigli sul tipo di pittura da utilizzare, su colori e tonalità, ma è anche vero che con un po’ di creatività e di fantasia si può comunque trovare il modo di spendere poco ritinteggiando le pareti di casa in maniera del tutto personale e creativa.
Chi ha un minimo di creatività e di fantasia, potrebbe optare per il fai da te: ad esempio, si può acquistare in un negozio specializzato tutto l’occorrente per la pittura delle pareti, dal pennello ai teli di stoffa per coprire i mobili e le pavimentazioni, dallo scotch di carta allo stucco da muro, dai guanti alla pittura di fondo, e successivamente, con un po’ di manualità, si può procedere con le ritinteggiature delle pareti.

A chiunque stia cercando informazioni su come tinteggiare casa, bisogna chiarire che è importante avere un progetto in testa per evitare di doversi fermare sul più bello, e che è necessario anche preparare le pareti ad accogliere e ad assorbire la nuova pittura; per fare questo, occorre utilizzare della carta vetrata, e dello stucco, allo scopo di coprire eventuali buchi e crepe presenti sul muro.
Inoltre, prima di pitturare, occorre che i muri siano privi di ragnatele, polvere, e tracce di sporcizia: evitare i pennelli ed i rulli di bassa qualità, che potrebbero inficiare la qualità del lavoro finale.